Il classico binotelemetro di Leica rivisitato nel design, più potente, ma meno costoso. A partire da 1740 euro, dal 20 settembre 2022.

La gamma dei nuovi Geovid R comprende 4 modelli, 8x42, 10x42, 8x56 e 15x56.
La gamma dei nuovi Geovid R comprende 4 modelli, 8×42, 10×42, 8×56 e 15×56.

I nuovi Geovid R. Alluminio aeronautico rivestito in gomma ad alto grip, lenti HD, misurazione in tempo reale della distanza lineare fino a 1800 metri, di quella compensata con angolo fino a 1100 metri. Materiali e lavorazione di altissima qualità, con enormi differenze ottiche, meccaniche ed elettroniche immediatamente percepibili nel confronto con i prodotti della stessa categoria di prezzo oggi sul mercato.

L’entrata nel mondo dei binotelemetri di alta qualità Leica

Geovid R è una delle quattro linee di binotelemetri da caccia che Leica oggi offre ai cacciatori.

Il corpo dei Geovid R è in alluminio aeronautico ad alta resistenza, rivestito completamente da un generoso strato di gomma ad alto grip, garanzia di robustezza e grande maneggevolezza in ogni situazione.

L’architettura ottica Leica a prismi di Uppendhal modificati garantisce la qualità dell’immagine HD che si aspetta chi acquista un binocolo Leica.

La misurazione della distanza, fino a 1800 metri, avviene in tempo reale. Quella della distanza compensata con angolo di sito arriva fino a 1100 metri. Lo schermo è a led, alta definizione e minimo ingombro sull’immagine.

Il prezzo è estremamente competitivo, 1740 euro per i modelli 8×42 e 10×42. Nella fascia di prezzo dei Geovid R, il mercato propone prodotti di qualità ottica media, con ampio uso di plastica nel rivestimento, produzione quasi sempre asiatica. La differenza di prestazioni ottiche e meccaniche, e di materiali, a favore dei Geovid R, è facilmente percepibile al primo impatto in un confronto presso i rivenditori.

Geovid R. Dati Tecnici

La storia dei Leica Geovid

La storia dei binotelemetri Leica. Dei 12 modelli oggi in portafoglio, 6 sono nuovi del 2022.
La storia dei binotelemetri Leica. Dei 12 modelli oggi in portafoglio, 6 sono nuovi del 2022.

Quale serie di Leica Geovid scegliere?

Esistono 12 modelli di binotelemetri da caccia Leica, tutti di alta qualità, di gran lunga la serie più ampia sul mercato.

Serie R 8×42, 10×42, 8×56, 15×56

Il classico Geovid di Leica rivisitato nel design, nella struttura (corpo in alluminio), nell’ottica (ora ad Alta Definizione) e nelle funzioni di misurazione (distanza compensata con angolo di sito fino a 1100 metri in meno di 3 decimi di secondo). Non richiede alcuna configurazione. La massima semplicità, con qualità dei materiali, prestazioni ottiche e di misurazione di gran lunga superiori a quelle degli altri binotelemetri della sua classe. 15×56 per osservazioni estreme.

Serie HD-R 2700 8×42, 10×42, 8×56

Identici in tutto alla serie HD 3200.com, se ne differenziano perché offrono esclusivamente la funzione di compensazione della distanza compensata rispetto ad angolo di sito, variazione di temperatura e pressione atmosferica.

Serie HD 3200.COM 8×42, 10×42, 8×56

Il massimo livello di sviluppo tecnologico per un binocolo con telemetro, con l’ottica rivoluzionaria a prismi di Porro-Perger che massimizza la qualità dell’immagine e aggiunge una percepibile, unica tridimensionalità. Design unico e inconfondibile che garantisce la perfetta impugnabilità. La connettività Bluetooth® alla Leica Hunting APP gratuita per Iphone e Android consente di memorizzare la balistica di tutte le proprie carabine e di passare al Geovid.com quella prescelta per la giornata di caccia in un attimo.

Serie HD PRO 32 8×32, 10×32

I più moderni, leggeri e compatti binotelemetri di alta qualità al mondo, dotati di ergonomia eccezionale, ottica ancora più brillante e di funzioni balistiche senza precedenti, grazie al software Applied Ballistics® per considerare tutti i parametri di compensazione nel tiro di precisione anche a distanze molto superiori al chilometro. Associandolo via Bluetooth® alla APP gratuita Leica Ballistics è possibile memorizzare i parametri di tutte le proprie carabine ed essere condotti via GPS al punto di impatto dopo il tiro, anche in assenza di segnale telefonico. Utilizzabile anche per ottenere la semplice distanza compensata rispetto all’angolo di sito, per chi apprezza la compattezza e le prestazioni ottiche, ma anche la massima semplicità. La scelta perfetta anche per chi delega al visore termico la ricerca dell’animale sul territorio, riducendo i tempi di utilizzo continuo del binocolo e quindi le dimensioni minime dell’obbiettivo per evitare di stancare la vista.

il nuovo geovid r 10x42 vicino al suo predecessore.
il Geovid R 10×42 del 2016-2022, a sinistra, e quello nuovo, a destra.

Altri articoli che ti potrebbero interessare ...