Quelle che si vedono nella foto sono le pupille d’uscita di due dei più celebrati cannocchiali da caccia sul mercato, un Leica Magnus i 2.4-16×56 (o un identico Leica Fortis 6i 2.5-15×56) e uno Swarovski Z8i 2.3-18×56 (al minimo ingrandimento).La pupilla d’uscita è lo spazio all’interno dell’ottica utile alla pupilla umana per mirare e si può valutare nelle sue dimensioni guardando nell’ottica da circa 40cm di distanza; contrariamente al caso del binocolo, per il quale il diametro della pupilla d’uscita è una funzione meramente aritmetica (diametro dell’obiettivo : ingrandimento), nel cannocchiale da puntamento dipende da quanto bravo è stato il produttore a concepire un’architettura ottica che offra una pupilla d’uscita generosa.

Più è grande la pupilla d’uscita, meglio si trova la pupilla umana dilatata al crepuscolo a mirare, con quella sensazione di non affaticare la vista  che chi usa un cannocchiale performante ben conosce. Ovviamente esistono anche altri parametri, ma questo è senza dubbio uno dei più importanti, se non il più importante sotto questo aspetto.

Con un diametro di 12.1mm al minimo ingrandimento, Il Magnus e il Fortis di Leica offrono alla pupilla umana uno spazio veramente enorme, e questo unito agli effetti della costruzione ottica con il gruppo di lenti oculari sovradimensionato spiega perché chi mira con un Magnus o un Fortis ha una sensazione mai provata prima di luminosità e assenza di costrizione per l’occhio.

Per dare un’idea delle differenze enormi che si possono riscontrare sotto questo aspetto, basti pensare (catalogo produttori alla mano) che al minimo ingrandimento il Leica Magnus 2.4-16×56 (come il Fortis) ha il diametro della pupilla d’uscita più grande del 53% rispetto a quello dello Swarovski Z8i 2.3-18×56.

Weidmannsheil!

Nota: Chi scrive è di parte relativamente a Leica Sport Optics, pertanto il contenuto di questo articolo, pur essendo a nostro avviso tecnicamente ineccepibile, è chiaramente di parte.

Il Leica Magnus 2.4-16×56 i con il suo compagno ideale, il binotelemetro Leica Geovid 8×42 HD-B 3000, ora disponibile anche in uno splendido verde..
Altri articoli che ti potrebbero interessare ...

Ti è piaciuto il nostro articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter per non perderti le ultime novità.