Il tutorial dettagliato su come impostare il nuovo binotelemetro Leica Geovid PRO 8×32 e 10×32, e la sua App Leica Ballistics.

Il Geovid 32 Pro e la sua APP Leica Ballistics

Come utilizzare il binotelemetro Leica Geovid 32 PRO con tutte le funzioni della nuova APP Leica Ballistics, per chi cerca la massima semplicità e per chi necessita della massima precisione.

Indice del tutorial

Come funziona il Binocolo Geovid 32 PRO – ottica e meccanica in sintesi

Leica Geovid Pro è acquistabile nei modelli 8×32 oppure 10×32, per avere maggiore comfort d’uso oppure maggiore dettaglio nelle immagini osservate. Stesse dimensioni e stesso peso.

Il binocolo ha prestazioni ottiche superlative, con immagini estremamente brillanti e contrastate fino ai bordi del campo visivo e tridimensionali, grazie ai prismi di Porro Perger, ai trattamenti antiriflesso Leica sulle lenti, e ai rivestimenti antisporco e antiacqua Leica Aquadura ™, noti per essere i più resistenti sul mercato.

La messa a fuoco del binocolo si regola con la ghiera centrale, mentre sull’oculare destro (ghiera rossa) c’è la regolazione della messa a fuoco dello schermo dove si legge la distanza, su quello sinistro (ghiera bianca) la regolazione diottrica.

Le conchiglie oculari si sfilano, svitandole, per portare l’occhio alla distanza ottimale dalla lente oculare, a seconda che si portino o meno gli occhiali. Arrivate a fine corsa, se si tira si possono rimuovere per fare una pulizia approfondita della zona dell’oculare.

Nella parte posteriore, in basso, c’è l’alloggiamento per la batteria di tipo CR2.

il Geovid Pro visto da dietro, mostra la ghiera centrale di messa a fuoco, quelle laterali per diottrie e fuoco dello schermo, le conchiglie oculari rimuovibili e, sotto, l’alloggiamento della batteria.

Come funziona il Telemetro Geovid 32 PRO: prestazioni di misurazione

Una volta acceso con il tasto sinistro, premendo nuovamente il tasto sinistro il Geovid 32 PRO misura la distanza lineare (di fianco alla distanza appare la scritta M) in tempo reale (meno di 0.3″) oppure quella compensata con angolo di sito (di fianco alla distanza appare la scritta EHR) fino ad un massimo di 2200 metri, in condizioni di visibilità perfette e su superfici ideali per restituire al meglio il raggio proveniente dal telemetro. Come per tutti i telemetri, la distanza massima misurata si riduce anche di 1000 metri e oltre in pieno sole se si misurano superfici altamente riflettenti come prati o teloni di plastica o neve, o frastagliate come gli alberi, o piccole, come un animale su un crinale

Utilizzandolo associato alla versione di serie della APP Leica Ballistics, il Geovid PRO fornisce i clic (anche laterali, in deriva, per compensare il vento) per qualsiasi torretta balistica del cannocchiale (BALL), o l’alzo, fino a 800 metri. Vedremo di seguito come sia possibile acquistare una versione detta ELITE del software Applied Ballistics per la APP Leica Ballistics, ed arrivare a distanza compensata e clic fino a qualsiasi distanza misurabile dal Geovid PRO.

Come funziona il Telemetro Geovid 32 PRO: massima semplicità per impostare la funzione di distanza lineare o compensata con angolo di sito senza usare la APP dello Smartphone.

Il Geovid PRO è dotato di due pulsanti, sul lato destro, dove cade naturalmente l’indice.

La messa a fuoco e i due pulsanti del Geovid PRO si raggiungono naturalmente con l’indice destro.

Uno un rilievo a sinistra (1), per accendere lo strumento e per misurare, e per navigare in ogni voce del menu. L’altro, concavo e a destra (2), per entrare nel menu (tenendo premuto), impostare velocità e direzione del vento (premendo una volta) o visualizzare i parametri ambientali(angolo, temperatura, pressione atmosferica, premendo due volte).

Per chi richiede al Geovid PRO semplicemente la distanza reale, o quella compensata con angolo di sito, é possibile regolare lo strumento senza bisogno della APP, di cui parliamo più avanti, in tre semplici passaggi, evidenziati in verde qui di seguito.

  1. Si tiene premuto il tasto destro(2) finchè nello schermo appare la scritta EUUS, quindi si preme brevemente il tasto sinistro (1) una o due volte, finchè si legge EU (Europa, ovvero misurazione in metri). Quindi si preme brevemente il tasto destro (2)per confermare.
  2. Dopo un attimo sullo schermo si legge MODE. A questo punto si preme il tasto sinistro (1)e si visualizza EHR (distanza compensata con angolo di sito), se lo si preme ancora si legge LOS (distanza reale). A seconda di quale opzione si preferisca, si dovrà poi premere il tasto destro (2)per conferma.
  3. Dopo un attimo appare la scritta BT (blue tooth), premendo il tasto sinistro (1)si legge OFF, quindi si conferma col tasto destro(2). Il blue tooth è da disattivare perchè in questa modalità non c’è bisogno di tenere collegato lo strumento alla App via blue tooth, e se lo si tiene collegato si consuma rapidamente la batteria e si legge continuamente nello schermo l’icona del blue tooth, che da un po’ di fastidio. Riattiveremo il blue tooth se vorremo collegarci alla APP dello smartphone per essere condotti sul punto d’impatto dopo il tiro, come spiegheremo più avanti.
  4. Ancora un attimo e si legge BRTN, la luminosità delle scritte sullo schermo. Premendo il tasto sinistro (1)si sceglierà il livello, consigliamo il più alto 5, quindi si conferma con il tasto destro(2). Il Geovid PRO nasce con impostato 5, quindi si può ignorare questo passaggio e semplicemente premere nuovamente il tasto destro(2).
  5. Per finire, appare la scritta AOFF, premendo il tasto sinistro(1) si sceglie se far spegnere automaticamente lo schermo dopo 1, 3 o 5 minuti quando il blue tooth è attivato, quindi in questo caso si può ignorare questo passaggio.
  6. Lo schermo si spegne. Alla prossima misurazione, otterremo la distanza lineare o compensata con angolo di sito, in metri.

Attenzione: a differenza dei binotelemetri e telemetri Leica finora in commercio, in caso si opti per la distanza compensata EHR – Equivalent Horizontal Range, quando si procede a misurare sullo schermo apparirà direttamente e unicamente la distanza compensata, non prima la distanza reale e poi quella compensata.

N.B: a differenza di quanto appare nello schema, per la BRTN non è possibile impostare la voce Auto.

Come funziona il Telemetro Geovid 32 PRO: impostazioni di base della APP dello Smartphone.

In generale, è possibile che la APP offra la possibilità di aggiornare il Geovid PRO oppure semplicemente il data base delle ogive con un nuovo modello ora disponibile. In ogni caso, è sempre bene assecondare la richiesta e lasciare che la APP e il Geovid si aggiornino.

Vediamo quindi le impostazioni di base della APP: In alto a destra, sulla schermata principale della APP Leica Ballistics, c’è l’icona di una ruota, che permette di accedere alla schermata che regola la lingua (per ora solo inglese o tedesco, l’italiano arriverà tra qualche mese) e, soprattutto, il sistema metrico (EU) o americano (US) di visualizzare le misure, (metri vs yard, cm vs inch, grammi vs grani etc), che si regola alla voce “Application Units“. Le voci “Feature Request” e “Customer Support” portano rispettivamente ad una mail per i responsabili del prodotto con eventuali suggerimenti e ad una per il servizio di assistenza in caso di problemi tecnici (in questo ultimo caso vi consigliamo in Italia di chiamare direttamente noi, 0458778772 – info@forestitalia.com).

Come funziona il Telemetro Geovid 32 PRO: massima semplicità per impostare la funzione di distanza lineare o compensata con angolo di sito tramite la APP dello Smartphone.

  1. Sul binocolo, è necessario attivare il bluetooth, per collegarsi alla APP Leica Ballistics dello Smartphone. Se si vede lampeggiare l’icona del bluetooth sullo schermo del Geovid, il bluetooth è già attivo e non serve fare altro sul Geovid; se non lampeggia l’icona del bluetooth, per attivarlo si tiene premuto il tasto destro fino a leggere EUUS, lo si preme di nuovo due volte e si legge MODE e poi BT, quindi si preme due volte il sinistro (si legge OFF, poi ON) e si preme il destro per conferma, quindi si lascia spegnere lo schermo senza curarsi di altre indicazioni che appaiono sullo schermo stesso.
  2. Con il Geovid PRO acceso, e l’icona bluetooth lampeggiante sullo schermo, si apre la APP Leica Ballistics sullo Smartphone (si scarica gratis da App Store-Iphone o Google Play Store-Android)
  3. Sulla APP, si preme su Pair Rangefinder e quindi sul nome (rappresentato dalle ultime 4 cifre del numero di serie, che è inciso sulla base piatta della ghiera dei messa a fuoco) del proprio Geovid, che appare sulla APP, e quindi viene richiesto un codice a 2 cifre che si legge sullo schermo del Geovid. Appare quindi sulla APP l’icona del bluetooth in blu, che significa che il Geovid è collegato alla APP. Si torna poi alla schermata principale della APP. D’ora in avanti, col Bluetooth attivato il Geovid si collegherà automaticamente alla APP.
  4. Sulla APP, in basso, appare una linea bianca con la modalità di misurazione in uso (EHR, BALL-che appare con l’indicazione del profilo balistico attivo, o LOS), l’icona blu del bluetooth in blu (collegato) e il nome del prodotto con le ultime 4 cifre del numero di matricola. Si preme sulla linea bianca e a destra, cliccando su Rangefinder Settings, si regolano e SI SINCRONIZZANO IN TEMPO REALE le impostazioni del Geovid, come si potrebbe fare anche nel menu del Geovid stesso. Display Brightness regola la luminosità delle cifre che appaiono sullo schermo, Device Timeout i minuti dopo i quali si spegne il Geovid PRO quando ha il bluetooth attivato, Rangefinder Mode definisce il tipo di misurazione che si desidera leggere sul Geovid Pro quando si misura: Distanza reale (LOS), distanza compensata con angolo di sito (EHR), Clic per la torretta balistica o alzo (BALL). Compass Calibration, Bluetooth Update, Firmware Update appaiono in neretto solo quando è necessario rispettivamente calibrare la bussola del Geovid PRO per andare sul punto di impatto, aggiornare la versione di Bluetooth o di Firmware del Geovid PRO in uso.

Come funziona il Telemetro Geovid 32 PRO: come impostare un profilo balistico per avere dal Geovid PRO i clic tramite la APP dello Smartphone.

  1. Sulla APP, si preme sulla scritta GUN PROFILES che porta alla schermata che elenca i profili balistici delle proprie armi-ottiche-munizioni. Si possono impostare e memorizzare fino a 5 profili balistici. La APP mostra sempre nella pagina iniziale il profilo balistico in uso, e lo sincronizza automaticamente con il Geovid PRO quando lo si connette alla APP stessa.
  2. premendo su “+” viene richiesto se si vuole creare un profilo balistico per carabina (Gun) o arco (Crossbow) e concentrandosi sulla carabina, la schermata successiva , oltre a permettere di dare un nome al profilo in uso, offre 3 possibilità di impostazione:
    • Select Bullet from Database apre il data base Applied Ballistics delle ogive in commercio. La munizione va cercata per diametro dell’ogiva (tra parentesi si legge il calibro corrispondente). Se non si trova la propria munizione, si può premere in basso a destra su “switch to Leica Library” e cercarla sul data base Leica. una volta selezionata la munizione viene richiesto se si preferisce impostare il coefficiente G1 o G7 (impostare G1). Sulla schermata che appare si leggono diametro dell’ogiva, peso in grammi, coefficiente balistico, e quindi viene richiesto di impostare l’unità di misura della torretta balistica (correction value), la velocità d’uscita della palla (muzzle velocity), la distanza di azzeramento dell’arma/ottica (zero range) e l’altezza del centro dell’ottica sulla canna (sight height), che normalmente è 5cm. Una volta terminato si spunta il simbolo in alto a destra e il profilo è memorizzato.
    • Easy Mode serve per creare un profilo con precisione efficace per distanze non elevate, senza dover impostare i dati della propria ogiva. Viene richiesto di impostare l’unità di misura (1cm/100m clic, MOA, etc) della torretta balistica del proprio cannocchiale o la funzione di alzo in cm o moa (CM, MOA)(correction value), la velocità d’uscita della palla (muzzle velocity), la distanza di azzeramento dell’arma/ottica (zero range), il calo del proiettile a 300 metri di distanza (bullet drop at 300m) e l’altezza del centro dell’ottica sulla canna (sight height), che normalmente è 5cm. La APP calcola in autonomia il coefficiente balistico, è da usare il G1. Una volta terminato si spunta il simbolo in alto a destra e il profilo è memorizzato.
    • Custom Data Entry è identico a Select Bullet from Data Base, partendo però dal presupposto che si vogliano indicare autonomamente tutti i dati relativi all’ogiva.

Se si memorizzano più profili, il profilo in uso avrà un cerchietto rosso alla sua base, oltre ad apparire sempre nella linea bianca alla base della home page della APP.

Secondo il profilo memorizzato, in questa modalità il Geovid PRO mostrerà prima la distanza lineare, poi il numero di clic verticali (U), quindi quelli laterali (Left sinistra, Right destra) da dare alla torretta balistica del proprio cannocchiale, in base alla propria palla e compensati rispetto all’altitudine e temperatura, e al vento, al momento del tiro.

3. Sul binocolo, è necessario attivare il bluetooth, per collegarsi alla APP Leica Ballistics dello Smartphone. Se si vede lampeggiare l’icona del bluetooth sullo schermo del Geovid, il bluetooth è già attivo e non serve fare altro sul Geovid. Se non lampeggia, si preme il tasto destro fino a leggere EUUS, lo si preme di nuovo due volte e si legge MODE e poi BT, quindi si preme due volte il sinistro (si legge OFF, poi ON) e si preme il destro per conferma, quindi si lascia spegnere lo schermo senza curarsi di altre indicazioni che appaiono sullo schermo.

4. Con il Geovid PRO acceso, e l’icona bluetooth lampeggiante sullo schermo, si apre la APP Leica Ballistics sullo Smartphone (si scarica gratis da App Store-Iphone o Google Play Store-Android)

5. Dopo il primissimo collegamento, il Geovid PRO col bluetooth attivato si collega e si sincronizza automaticamente alla APP. Se non accade, sulla APP, si preme su Pair Rangefinder e quindi sul nome (rappresentato dalle ultime 4 cifre del numero di serie) del proprio Geovid. Appare quindi sulla APP l’icona del bluetooth in blu, che significa che il Geovid è collegato alla APP. Si torna poi alla pagina principale della APP.

6. Sulla pagina principale della APP, in basso, appare una linea bianca con la modalità di misurazione in uso (EHR, BALL-che appare con l’indicazione del profilo balistico attivo, o LOS), l’icona blu del bluetooth in blu (collegato) e il nome del prodotto con le ultime 4 cifre del numero di matricola. Si preme sulla linea bianca e a destra, cliccando su Rangefinder Settings, si regolano e SI SINCRONIZZANO IN TEMPO REALE le impostazioni del Geovid. Rangefinder Mode definisce il tipo di dato che si desidera ricevere sul Geovid Pro quando si misura: Distanza reale (LOS), distanza compensata con angolo di sito (EHR), Clic per la torretta balistica (BALL).

7. Una volta impostato e sincronizzato il profilo balistico desiderato su APP e Geovid (eventualmente indicando anche il vento, come descritto sotto), prima di andare a caccia è consigliabile disattivare sul Geovid il bluetooth, per evitare di consumare eccessivamente la batteria e per evitare di vedere l’icona del bluetooth mentre si usa il Geovid per misurare. L’unico motivo per tenere il bluetooth attivo è operare per trasferire al Geovid in tempo reale dati dalla APP, come per esempio quelli relativi al vento.

Se si vede lampeggiare l’icona del bluetooth sullo schermo del Geovid, il bluetooth è già attivo e per disattivarlo si tiene premuto il tasto destro fino a leggere EUUS, lo si preme di nuovo due volte e si legge MODE e poi BT, quindi si preme il sinistro (si legge OFF) e si preme il destro per conferma, quindi si lascia spegnere lo schermo senza curarsi di altre indicazioni che appaiono sullo schermo stesso. Il Geovid ora misurerà secondo i parametri impostati nell’ultimo collegamento, senza bisogno di usare la APP.

Si potrà riattivare la connessione sul Geovid in un attimo se servirà attivare la funzione Leica Pro Track per andare sul punto di impatto dopo il tiro. Per farlo si tiene premuto il tasto destro fino a leggere EUUS, lo si preme di nuovo due volte e si legge MODE e poi BT, quindi si preme due volte il sinistro (si legge OFF e poi ON) e si preme il destro per conferma, quindi si lascia spegnere lo schermo senza curarsi di altre indicazioni che appaiono sullo schermo stesso. Alla riaccensione si vedrà lampeggiare sullo schermo del Geovid l’icona del bluetooth.

Il vento: come impostare il Geovid PRO per avere i clic orizzontali in deriva.

Per chi necessita di elevata precisione, è possibile impostare anche la velocità e la direzione del vento al momento del tiro, ed ottenere sul Geovid PRO anche i Clic per la torretta laterale di deriva del cannocchiale.

  1. Agendo sul Geovid, si preme brevemente il tasto destro del Geovid PRO e appare la scritta SPD (speed=velocità in km/h), che è possibile impostare col tasto sinistro da zero a 40 km/h. si preme quindi il tasto destro e si legge DIR (direzione), che si imposta da 1 a 12 come le ore dell’orologio, a seconda della direzione da cui proviene il vento (es. 3 da destra, 6 dalle nostre spalle). Al momento della misurazione, il Geovid utilizzerà queste informazioni per fornire i clic in deriva. Se si imposta direzione 6 (dalle nostre spalle) o 12 (contrario), logicamente i clic in deriva del Geovid saranno zero, ma non ci saranno nemmeno riflessi di compensazione sui clic verticali.
  2. Agendo sulla APP Leica Ballistics, sulla pagina principale, premendo sulla linea bianca che indica il profilo balistico attivo, con Rangefinder Settings in modalità BAL, nella parte bassa dello schermo si vede l’orologio con la direzione del vento, poi in basso a destra la velocità. Entrambi modificabili manualmente sullo schermo. Più in basso, si può scegliere sulle tre icone cerchiate se demandare la rilevazione del vento ad una stazione meteo esterna (cui si collega la APP se c’è segnale), oppure ai dati impostati manualmente nel Geovid oppure a quelli impostati manualmente sulla APP stessa. Se si intende -come consigliamo- disattivare il collegamento bluetooth sul Geovid dopo aver impostato il profilo balistico, la APP prima della sincronizzazione va impostata con il vento demandato al Geovid, quindi con l’icona cerchiata centrale.

Come funziona il Telemetro Geovid 32 PRO: come impostare la funziona Leica Pro Track per essere guidati sull’anschuss (punto di impatto) dopo il tiro.

Grazie al Geovid Pro, che ha la bussola incorporata e misura distanza e angolo di sito, e al GPS dello smartphone tramite la APP Leica Ballistics, è possibile essere portati letteralmente per mano fino al punto di impatto dopo aver sparato, con tolleranze minime e quindi altissima precisione.

Vediamo cosa fare, con tutta la calma e in ritrovato relax che deve ristabilirsi in noi dopo aver effettuato il tiro.

PRIMA DI TUTTO, CERCHIAMO DI MEMORIZZARE BENE VISIVAMENTE IL PUNTO IN CUI ERA L’ANIMALE AL MOMENTO DEL TIRO. Non è così ovvio..

I primi tre punti di seguito sono identici a quelli già descritti sopra per impostare e sincronizzare il Geovid con la APP Leica Ballistics; li ricordiamo per comodità:

1. Sul binocolo, è necessario attivare il bluetooth, per collegarsi alla APP Leica Ballistics dello Smartphone. Se si vede lampeggiare l’icona del bluetooth sullo schermo del Geovid, il bluetooth è già attivo e non serve fare altro sul Geovid. Se non lampeggia, si preme il tasto destro fino a leggere EUUS, lo si preme di nuovo due volte e si legge MODE e poi BT, quindi si preme due volte il sinistro (si legge OFF, poi ON) e si preme il destro per conferma, quindi si lascia spegnere lo schermo senza curarsi di altre indicazioni che appaiono sullo schermo.

2. Con il Geovid PRO acceso, e l’icona bluetooth lampeggiante sullo schermo, si apre la APP Leica Ballistics sullo Smartphone (si scarica gratis da App Store-Iphone o Google Play Store-Android)

3. Dopo il primissimo collegamento, il Geovid PRO col bluetooth attivato si collega e si sincronizza automaticamente alla APP. Se non accade, sulla APP, si preme su Pair Rangefinder e quindi sul nome (rappresentato dalle ultime 4 cifre del numero di serie) del proprio Geovid. Appare quindi sulla APP l’icona del bluetooth in blu, che significa che il Geovid è collegato alla APP. Si torna poi alla pagina principale della APP.

4. Sulla pagina principale della APP Leica Ballistics, si preme su LEICA PRO TRACK, che apparirà in nero solo se il Geovid è collegato alla APP

5. E’ possibile utilizzare due modi alternativi (Base Map è un sistema di mappe americano per ora non disponibile in Europa). Google Maps lavora quando c’è segnale telecom, e permette di visualizzare sulla mappa il punto preciso in rosso, per poi salvarselo in modo da essere al riparo da qualsiasi evento che potrebbe cambiare programma sullo smartphone e far perdere il dato. GPS Tracker invece lavora sempre, e non è altro che una freccia direzionale associata alla distanza residua verso il target. Che si scelga uno l’altro sistema, la schermata successiva chiede di assicurarsi che il Geovid sia acceso e connesso alla APP via bluetooth, invitando a premere il testo di misurazione verso il punto dove si è sparato, con la massima attenzione a mirare col Geovid con la più alta precisione possibile. La distanza misurata sul Geovid apparirà anche sulla schermata della APP, insieme ai gradi della bussola. Quindi, a seconda che si sia scelto Google MAps o GPS Tracker, si vedrà la pagina di Google Maps (nell’esempio sotto appare in un luogo cittadino, poichè questo tutorial è stato scritto purtroppo da un ufficio) con il punto blu della nostra posizione e il punto rosso di quella del punto d’impatto, oppure via GPS Tracker l’indicazione di latitudine e longitudine del punto d’impatto (da salvare per evitare di perderli per sempre nel tragitto per eventuali defaillances dello smartphone), della distanza residua e della freccia direzionale da seguire.

Dopo aver verificato sommariamente (per assicurarci di aver fatto tutto bene) che il punto rosso o la freccia direzionale sulla APP siano dove ci aspettiamo che debbano essere confrontandole con la direzione che vediamo con i nostri occhi, non resta che avviarci verso il punto in cui sperabilmente giace la nostra preda: direttamente, facendo il giro della montagna in auto, o come si può. In un tutorial non si dovrebbero esprimere emozioni, ma questa, ragazzi, è la realizzazione di un sogno!

Leica Pro Track: la calibrazione della bussola del Geovid, necessaria ogni volta che lo chiede la APP

Quando si clicca su Leica Pro Track sulla APP, prima di procedere e prima di tutto il programma controlla se la bussola del Geovid è calibrata rispetto al luogo in cui si trova. In caso positivo si vede brevemente l’indicazione “Checking Compass Calibration” che poi sparisce per far posto alla scelta tra Google Maps e GPS Tracker.

Se invece il sistema richiede di calibrare la bussola, è necessario farlo, altrimenti la misurazione porterà la APP a dare indicazioni direzionali sbagliate. E’ molto semplice, seguendo le indicazioni della APP, che prima chiede di tenere il Geovid orizzontale e orientato 45° a sinistra, poi 45° al centro, poi a destra e poi di nuovo al centro, per tre secondi in ogni posizione, finchè non viene richiesto sulla APP di passare alla schermata successiva (“next step”), in cui al Geovid, sempre tenendolo orizzontale, deve essere fatto compiere un vero e proprio otto ideale in aria, con movimenti ampii, per tre volte, per terminare tenendolo fermo 3 secondi. Se tutto è fatto bene, apparirà la scritta “complete calibration” e si potrà passare alla misurazione del punto di impatto. Se si legge l’indicazione “next step” significa che la calibrazione relativa a quella fase è già acquisita e non è necessaria, si può cliccare e passare alla fase successiva.

Altri articoli che ti potrebbero interessare ...